Rinoplastica con innesto di cartilagine nella punta

Queste foto prima e dopo si riferiscono ad una paziente che presentava un naso in tensione, ossia un difetto nasale derivante da un gibbo convesso che parte dalla radice nasale e arriva alla punta, che si presenta poco proiettante rispetto al dorso.

E' stata eseguita una rinoplastica chiusa esclusivamente per finalità estetiche (non erano presenti deficit funzionali) mediante il quale è stato corretto il gibbo ed è stata aumentata la proiezione della punta grazie all'impiego di un innesto columellare (prelevato dalla cartilagine del setto nasale) per conferire nel lungo periodo stabilità alla punta.

La rinoplastica con innesto di cartilagine nella punta consente di evitare che la punta possa arretrare nei mesi seguenti l'operazione.

In questo caso il risultato della rinoplastica a 12 mesi dall'intervento mostrato nella foto post operatoria evidenzia come la proiezione della punta sia stabile nel tempo.

L'intervento, nonostante l'autotrapianto di cartilagine, è stato eseguita in day hospital, senza l'ausilio di tamponi nasali e si è concluso in un'ora.

VIDEO INTERVISTA AL DR. DONDE' SULL'INTERVENTO DI CHIRURGIA NASALE CON INNESTO DI CARTILAGINE




Rinoplastica estetica Rinosettoplastica funzionale
Rinoplastica non chirurgica - Rinofiller
Prima
Rinoplastica con innesto di cartilagine nella punta
Dopo
Rinoplastica con innesto di cartilagine nella punta