19-03-2019
Fotoelaborazione: si o no?

Fotoelaborazione: i motivi per cui non la utilizzo

In questo spazio vi voglio spiegare perché non faccio fotoelaborazioni durante la visita dei candidati alla rinoplastica.

In un’epoca digitale dove tutto è basato su immagini e video, non fare fotoelaborazioni sembra un comportamento da dinosauri digitali.

Ma c’è invece una spiegazione!

Ci viene in soccorso l’ultima pubblicazione di Benjamin Marcus apparsa nel numero di giugno 2018 del Facial Plastic Surgery in cui evidenziano alcuni rischi della fotoelaborazione dell’immagine. Ci descrive infatti la sua esperienza statunitense, dove il 63% dei chirurghi che effettuano rinoplastiche utilizzano fotoelaborazione e, di questo 63%, il 90% viene fatto proprio dal chirurgo stesso.

L’attenzione che viene posta è su due aspetti principali.

Innanzitutto che chi fa fotoelaborazioni tende ad esagerare la perfezione del risultato, spesso inconsapevolmente, ma è proprio il mezzo digitale che ci porta ad essere molto più precisi e molto più prevedibili nel risultato rispetto alla chirurgia.

Il secondo aspetto è che si è portati ad assecondare il desiderio del paziente soprattutto per quanto riguarda una riduzione eccessiva del volume complessivo del naso. Che sia il dorso o che sia la punta.

E’ ovvio che queste promesse digitali non possono essere mantenute nella stragrande maggioranza dei casi.

Visitando i pazienti che si rivolgono a me per una rinoplastica secondaria (ormai in questi ultimi 3/4 anni è frequente) il lamento è “la fotoelaborazione era questa, e il risultato è quest’altro”. E’ purtroppo una costante.

Si rischia infatti di vendere delle false illusioni e di conseguenza di aumentare anche il numero di rinoplastiche secondarie (oltre ad aumentare anche il contenzioso medico-legale).

Ecco spiegato il motivo per cui preferisco parlare col paziente, individuare un piano personalizzato di trattamento chirurgico sul naso e non mediarlo attraverso un’immagine che poi ingenerare false illusioni e grande delusione.
Fotoelaborazione