13-09-2019
Ostruzione respiratoria nasale: NARES

Approfitto di questo spazio per rispondere a una domanda e mi è giunta via web e che qualche volta mi viene posta durante la visita dei candidati a interventi di chirurgia nasale riguardo all'ostruzione respiratoria nasale.

In particolare, forme di ostruzione respiratoria nasale (quindi naso chiuso) che si abbinano a dei sintomi tipici della rinite allergica:
  • il naso che prude;
  • il naso che cola;
  • la frequente starnutazione;
  • il bruciore agli occhi.
Questi pazienti si sono già sottoposti a esami clinici (come i Prick Test, Rist, Rast) e a test di intolleranze aspecifiche che hanno dato tutti esito negativo.

Cosa può succedere in questi casi?

Tra le varie possibilità di rinite, una in particolare è la rinite non allergica o extra allergica con eosinofili.

Prima di tutto, che cosa sono gli eosinofili?

Gli eosinofili sono delle cellule della serie dei globuli bianchi, quindi cellule per la reazione infiammatoria, che normalmente sono presenti nel sangue e che in questi particolari casi di infiammazione delle mucose nasali si stratificano nella mucosa nasale.

Come si diagnostica questa condizione clinica di rinite nota come NARES.

Semplicemente: con un piccolo dispositivo si spazzola una parte della mucosa nasale, una piccola area della mucosa nasale dei turbinati.
Queste cellule che vengono spazzolate vengono poi analizzate per valutare la presenza di eosinofili.
Questa forma di rinite è nota con l'acronimo inglese NARES.

NARES: come si cura

La maggior parte dei casi è innanzitutto una condizione infiammatoria di tipo cronico, quindi tende a permanere nel tempo, avere dei momenti in cui è presente la sintomatologia qualche volta intervallata a fasi sintomi di quiescenza.
Si tratta prevalentemente con gli spray nasali a base di cortisone, può essere utilizzato anche un antistaminico e trovano uno spazio di terapia anche gli antileucotrieni.
Queste tre linee di terapia medica vanno associate variamente tra di loro secondo l'andamento clinico e secondo la gravità dei sintomi.

Nei casi in cui poi si arriva a una ostruzione respiratoria nasale fastidiosa per il paziente e costante, è indicata la terapia chirurgica dei turbinati inferiori, iniziando con le tecniche minimamente invasive (quindi laser a diodi o radiofrequenza).

Come può evolvere questa forma di rinite NARES

Le evoluzioni sono la più classica forma di rinite cronica che rimane con questi sintomi e che il paziente conosce.
Qualche volta può complicarsi con poliposi nasale con le apnee ostruttive del sonno e con l'intolleranza all'aspirina in una triade sintomatologica molto ben nota.
Rinite detta NARES